In campo, conosci te stesso

“Avevo un compagno di scuola che giocava” – inizia così a raccontare il suo rugby Thomas Sparaventi (tallonatore under 16) – “era talmente entusiasta e felice quando raccontava del gioco, che mi ha coinvolto. Così ho chiesto ai miei genitori di poter iniziare: li ho scioccati! Non per il rugby in sé, ma per il fatto che io chiedessi volontariamente di fare sport. Hanno colto la “palla” al balzo, per farmi muovere e stare con i miei coetanei”.

Sono passati ormai sei anni da quando Thomas, ignaro e curioso, ha messo piede su quel campo di terra rossa e, ad ascoltarlo, si capisce quanto quella decisione presa d’istinto abbia influito sulla sua vita.

Rimini Rugby team SuperÈNOI

“Il rugby è lo sport più bello che esista. Ciò che lo rende diverso, per me, è il suo metterti continuamente alla prova. Quel costringerti al confronto con te stesso, prima che con i tuoi avversari, includendoti in una squadra. Ti spinge a trovare la forza che ti serve, è un ottimo allenamento per la vita!
Mi reputo simpatico ma di indole sono timido, silenzioso. Sono anche determinato, se tengo a una cosa non mollo. Non amo mettermi in mostra, ma il mio desiderio è di essere un punto di riferimento, il mio obiettivo è di dare il massimo e rappresentare un esempio per i miei compagni.

Giocando ho imparato ad affrontare i problemi invece che aggirarli, ho acquisito sicurezza in me stesso, mi sono trasformato in un’altra persona.

Meglio, sono riuscito a far emergere quello che sono sempre stato e sono contento di questo Thomas.  Il rugby mi ha dato molte soddisfazioni ma c’è un risultato a cui tengo particolarmente: mi ha dato la possibilità di far sapere agli altri che sono una persona su cui si può contare. La svolta? Il giorno in cui mi hanno incaricato di fare il capitano, non me l’aspettavo, è stato lì che ho capito che c’era qualcuno che credeva in me, ed è bastato per cambiare il mio modo di vedermi e di vedere le cose”.

Se Thomas pensa alla palla ovale, vede delle persone, dei compagni, una squadra, uniti da un obiettivo comune e mentre lui continua a lavorare sodo per realizzare il suo sogno fiducioso di riuscirci, invita tutti a fare lo stesso.

“Il rugby? Bisogna provarlo. Potrebbe cambiarti la vita!”

Thomas Sparaventi • Tallonatore Under 16

 

 


SuperÈnoi Unite intorno alla palla ovale tante storie, che hanno in comune una sola meta: la vita! Continua a seguirci per leggere nuove appassionanti racconti di chi il rugby lo vive ogni giorno.